Il putrido sistema Italia viene da lontano e ha radici profonde

Il putrido sistema Italia viene da lontano e ha radici profonde
Siamo nel 2011 e la Repubblica Italiana vuole a tutti i costi festeggiare i 150 anni di unità, senza accorgersi che l’anniversario cade in un momento in cui la politica nazionale e la credibilità delle istituzioni hanno toccato il livello più basso di sempre.  Ma l’Italia è nata con questo squallore e i nostri governanti non ci fanno nemmeno più caso perché questo è il “sistema Italia”. Con Cavour c’era la zoccola risorgimentale contessa di Castiglione, con Berluscon ora c’è l’escort (mo le zoccole si chiamano così) Ruby. Niente è cambiato da 150 anni.
Purtroppo sono stati 150 anni di asservimento che ci hanno anche ridotto ad essere un popolo di sonnacchiosi pecoroni. Ci hanno castrato con questa putrida coltre risorgimentale e ridotti a un popolo senza palle. Se fossimo un popolo vero commemoreremmo con tutta la nostra rabbia questo tragico (per noi) avvenimento. Questo è l’occasione di fare un pò di conti con la storia, quella vera, non questa mistificata dai sepolcri imbiancati di questo Stato, perché se nella Napolitania e nella Sicilia siamo al punto in cui siamo è anche perché questi conti continuiamo a non volerli fare con tutta la forza che può mettere in campo un popolo.
Gli ignavi politici napolitani e siciliani continuano ad essere codardi e bugiardi, stanno zitti su tutto e si mettono a 90 gradi nei confronti dei ladroni colonizzatori del Nord. Mai considerano di fare una proposta politica utile alla loro Terra. Eppure sanno di quanti e di quali delitti gronda l’altare dell’unità nazionale. Eppure conoscono quello che hanno combinato i piemontesi in dieci anni di sopraffazione nella Napolitania e nella Sicilia. Sono cose che a scuola nessuno studia, di cui nessuno parla. Stanno sempre zitti, eppure sanno soprattutto che subiamo da 150 anni una vigliacca colonizzazione, di cui loro sono i perfidi collaborazionisti. A costoro interessa solo azzuppare il biscotto nel trugolo nordista per cavarvi i 30 denari del tradimento.
Eppure questo è il momento di far sentire la nostra voce e di interrogarsi sul nostro futuro.
Intanto andiamo tutti a Roma il prossimo 17 marzo.

Antonio Pagano
Il putrido sistema Italia viene da lontano e ha radici profondeultima modifica: 2011-02-04T16:35:02+01:00da tonyan1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento